Gli avvocati prima

blog

Avv. Matteo Santini

01
Abolizione della media conciliazione obbligatoria realizzato Leggi

02
Abolizione della figura dell'ausiliario del Giudice Leggi

03
Abolizione della disciplina sulle specializzazioni come concepita dalla legge
di riforma LeggiIn fase di realizzazione

04
Abolizione di ogni parametro connesso al reddito, in riferimento alla
prova dell'esercizio continuo della professione realizzato Leggi

05
Abolizione dei crediti formativi con individuazione di criteri alternativi per l'assolvimento dell'obbligo di aggiornamento professionale In fase di realizzazione Leggi


06
Tutela delle categorie "deboli" dell'avvocatura a) donne in gravidanza e
durante i primi anni di vita dei figli b) giovani avvocati c) avvocati diversamente abili LeggiIn fase di realizzazione

07
Abolizione di ogni barriera (non solo di natura architettonica) che impedisca, di fatto, agli avvocati "svantaggiati" di potere accedere agli uffici giudiziari o, in genere, che limiti l'esercizio dell'attività a cagione delle condizioni fisiche. Leggi

08
Individuazione degli strumenti che consentano ai giovani avvocati un agevole inserimento professionale all'interno degli studi legali realizzato Leggi

09
Introduzione all’interno del Tribunale di Roma di asili nido e scuola di infanzia gratuita, destinate ai figli dei colleghi e delle colleghe In fase di realizzazione Leggi


10
Creazione ed introduzione di una rivista gratuita on line settimanale, attraverso a quale tutti i colleghi possano essere costantemente informati su novità normative e giurisprudenziali realizzato Leggi

 

11

Digitalizzazione ed informatizzazione della Giustizia realizzato Leggi

 

 

 

   

NEWSLETTER SETTIMANALE

Nuova Tabella Contributo Unificato (aggiornata al 16 settembre): clicca qui

Negoziazione Assistita: adempimenti in materia di separazione: Circolare del Ministero dell'Interno: clicca qui

Cassazione Penale - Commette reato il genitore che registra o "spia" la telefonata del figlio: clicca qui

Titolo di "ESPERTO IN": clicca qui

Linee guida sulla pubblicità dell'avvocato: clicca qui

 

PROSSIMI CORSI E CONVEGNI GRATUITI

Corso Consiliare di Curatore Speciale (per la rappresentanza processuale del minore)

Prenotazioni aperte tramite il sito dell'Ordine degli Avvocati di Roma (il corso articolato in 6 lezioni,, avrà inizio venerdì 24 Ottobre 2014 dalle ore 9.30 alle ore 15.30 presso la Sala Europa della Corte di Appello Civile) - prenotazioni tramite il sito web dell'Ordine degli Avvocati di Roma

Convegno Consiliare sul Trust

22 Ottobre ore 15.30 / 17.30 Aula Avvocati (2 crediti formativi) - prenotazioni tramite il sito web dell'Ordine degli Avvocati di Roma

 

CORSO SUL DIRITTO CONDOMINIALE – AGGIORNAMENTI NORMATIVI E GIURISPRUDENZIALI (24 CREDITI FORMATIVI)

1 Ottobre 2014 – 8 Ottobre 2014 – 10 Ottobre 2014 – 17 Ottobre 2014 – 22 Ottobre 2014 – 29 Ottobre 2014 – 31 Ottobre 2014 – 5 Novembre 2014 (ore 13.30 - 17.30 - solo per la lezione del 5 Novembre dalle 17.30 alle 20.30)

 

CORSO IN MATERIA DI TECNICHE DI MEDIAZIONE FAMILIARE

22/10/2014;  24/10/2014;   29/10/2014; 31/10/2014; 12/11/2014 dalle ore 17,30  alle ore 20,30

 

CORSO IN MATERIA DI GIUSTIZIA SPORTIVA – AGGIORNAMENTO NORMATIVO – CODICE DI GIUSITIZIA SPORTIVA (24 Crediti Formativi)

5 Novembre 2014 – 7 Novembre 2014 – 12 Novembre 2014 – 14 Novembre 2014 – 19 Novembre 2014 – 21 Novembre 2014 (ore 13.30 - 17.30)

 

CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN DIRITTO DI FAMIGLIA – AGGIORNAMENTI NORMATIVI E GIURISPRUDENZIALI (24 Crediti Formativi)

21 Novembre 2014 – 26 Novembre 2014 – 28 Novembre 2014 – 3 Dicembre 2014 – 5 dicembre 2014 – 10 Dicembre 2014 – 12 Dicembre 2014 – 19 Dicembre 2014 – 20 Dicembre 2014.

Tutti i corsi sono gratuiti (previsto un contributo libero) e si tengono presso l’aula Magna della Chiesa Valdese di Roma (Via Pietro Cossa 40 nei pressi di Piazza Cavour). Per procedere alla prenotazione dell’evento è necessario inoltrare la propria richiesta inviando una e-mail all’indirizzo: tuteladeidiritti@hotmail.it

Per informazioni dettagliate sul programma e sui nominativi dei relatori contattare il n. 3335683348

 

 

    • Titolo di "ESPERTO IN": clicca qui
      Linee guida sulla pubblicità dell'avvocato: clicca qui
    • Regolamento in materia di erogazione di contributi e sovvenzioni: clicca qui
    • DECRETO-LEGGE 12 settembre 2014, n. 132  Misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell'arretrato in materia di processo civile: clicca qui
    • Approvato il nuovo CODICE DEONTOLOGICO FORENSE clicca qui
    • Legge di Riforma Forense: clicca qui
    • Consultazione pubblica dei registri sullo stato dei procedimenti clicca qui
    • SERVIZIO GIUDICE DI PACE (Il servizio consente a tutti, cittadini e avvocati, di accedere tramite internet alle informazioni sullo stato dei procedimenti proposti innanzi al giudice di pace contenute nella banca dati del software ministeriale Sistema Informatico Giudice di Pace (SIGP), in uso presso gli uffici del giudice di pace e compilare online i ricorsi in opposizione a sanzione amministrativa e per decreto ingiuntivo e la relativa nota di iscrizione a ruolo. È possibile compilare anche la sola nota di iscrizione a ruolo. Se l'utente fornisce una e-mail potrà ricevere comunicazioni e aggiornamenti sul ricorso, una volta iscritto a ruolo clicca qui
      • Portale delle procedure concorsuali (informazioni sulle procedure concorsuali) clicca qui
        Attivo lo sportello di primo orientamento per le vittime all'interno della famiglia: clicca qui
    • Decreto del fare: la tabella delle novità: clicca qui
    • Contratto Avvocato Cliente con parcellazione oraria: clicca qui
    • Contratto Avvocato Cliente (bozza redatta dal CNF): clicca qui
    • Art. 14 L. 247/12: Non è più necessaria la delega scritta per le sostituzioni. E' questa anche la direttiva del Presidente del Tribunale di Roma e dei Presidenti delle Sezioni Civili, espressa in un'apposita riunione in cui si è discusso della questione.
      ATTENZIONE: La delega scritta è invece sempre necessaria per i praticanti abilitati.

     

     

     

     

     

    Il tribunale per le imprese clicca qui
    Contributo unificato (tabella giugno 2012) clicca qui
    Nuovi parametri e atti di precetto: come regolarsi? clicca qui
    Le novità della riforma del lavoro L. 134/2012 clicca qui
    Ripristinata la sala videoregistrazioni per le indagini difensive clicca qui
    Preventivo e conferimento incarico professionale:scarica la bozza del contratto - incarico - di consulenza-assistenza legale (giudiziale e stragiudiziale tra cliente e avvocato, ai sensi delle ultime modifiche legislative):clicca qui
    Indennià di maternità: clicca qui

     

    CONTRIBUTO UNIFICATO
    Tabella aggiornata al 9 gennaio 2013

    Processo civile ordinario (1)

     Valore

    Importo del contributo  

    Processi di valore fino a €. 1.100,00

    €. 37,00

    Processi di valore superiore a €. 1.100,00 e fino a €. 5.200,00

    €. 85,00

    Processi di valore superiore a €. 5.200,00 e fino a €. 26.000,00

    €. 206,00

    Processi di valore superiore a €. 26.000,00 e fino a €. 52.000,00

    €. 450,00

    Processi di valore superiore a €. 52.000,00 e fino a €. 260.000,00

    €. 660,00

    Processi di valore superiore a €. 260.000,00 e fino a €. 520.000,00

    €. 1.056,00

    Processi di valore superiore a €. 520.000.00

    €. 1.466,00

    (1) La cifra del contributo unificato aumenta in caso di Giudizio di Appello (da 37 a 55,50; da 85 a 127,50; da 206 a 309; da 450 a 675; da 660 a 990; da 1.056 a 1.584; da 1.466 a 2.199). Tale contributo unificato “aumentato” dal 30 gennaio 2013 raddoppierà ulteriormente (per la parte che ha proposto impugnazione) nel caso in cui le impugnazioni - anche incidentali - venissero dichiarate inammissibili, improcedibili o fossero totalmente respinte (da 55,50 a 111; da 127,50 a 255; da 309 a 618; da 675 a 1.350; da 990 a 1.980; da 1.056 a 3.168; da 2.199 a 4.398).

    Valore indeterminabile

     Procedimento

    Importo del contributo

    Per i processi di valore indeterminabile

    €. 450,00

    Per i processi di valore indeterminabile di competenza del giudice di Pace

    €. 206,00

    Contributo ridotto rispetto al Processo civile ordinario

     Valore

    Riduzione del contributo

    Procedimenti Speciali previsti nel Libro IV titolo I c.p.c. anche se proposti nella causa di merito:

    Procedimento d’ingiunzione

    Procedimento per la convalida di sfratto

    Procedimento cautelare

    Provvedimenti possessori

    50%

    Giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo

    50%

    Giudizio di sfratto per morosità

    50%

    Giudizio di sfratto per finita locazione

    50%

    Giudizio di opposizione alla sentenza dichiarativa di fallimento

    50%

    Procedimento sommario di cognizione

    50%

    Controversie individuali di lavoro o concernenti rapporti di pubblico impiego, salvo quanto previsto dall’art. 9 co. 1 bis del D.P.R. n. 115/2002

    50%

    Giudice di Pace

    I processi avanti il Giudice di Pace seguono le tabelle ordinarie

    Contributo ordinario

    Per i processi in materia di locazione

    Per i processi in materia di comodato

    Per i processi in materia di occupazione senza titolo

    Per i processi in materia di impugnazione di delibere condominiali

    Procedimenti in di Separazione e Divorzio

     Procedimento

    Importo del contributo

    Separazione consensuale (711 c.p.c.)

    €. 37,00

    Divorzio cd. congiunto (art. 4, comma XVI, L. 898/1970)

    €. 37,00

    Procedimento di divorzio

    (scioglimento matrimonio

    cessazione degli effettivi civili del matrimonio concordatario)

    €. 85,00

    Separazione giudiziale

    €. 85,00

    Altri Procedimenti

     Procedimento

    Importo del contributo

    Procedimenti di volontaria giurisdizione

    €. 85,00

    Procedimenti in Camera di consiglio, ex artt. 737 c.p.c. e ss

    €. 37,00

    Reclami contro i provvedimenti cautelari (Circ. Min., 31 luglio 2002 n. 5)

    €. 85,00

    Il reclamo è considerato, ai fini del CU, strumento di impugnazione e dunque il contributo va incrementato della metà (quindi = 127,50)

    Regolamento di competenza e regolamento di giurisdizione

    CU ordinario

    Opposizione ad ordinanza - ingiunzione

    C.U. ordinario

    oltre a spese forfetizzate secondo l'importo di cui all'art. 30 D.P.R. 115/2002

    Processi dinanzi alla Corte di Cassazione

    C.U. ordinario oltre ad un importo pari all'imposta fissa di registrazione dei provvedimenti giudiziari

    Procedimenti di Esecuzione

     Procedimento

     Importo del contributo

    Processi di esecuzione per consegna o rilascio

    €. 121,00

    Processi di esecuzione mobiliare di valore inferiore a €. 2.500,00

    €. 37,00

    Processi di esecuzione mobiliare di valore superiore a €. 2.500,00

    €. 121,00

    Esecuzione forzata di obblighi di fare o non fare

    €. 121,00

    Processi di esecuzione immobiliare

    €. 242,00

    Processi di opposizione agli atti esecutivi

    €. 146,00

    Procedimenti di Diritto Fallimentare

     Procedimento

    Importo del contributo

    Insinuazione tempestiva al passivo

    Esente

    Dalla sentenza dichiarativa di fallimento alla chiusura

    €. 740,00

    Opposizione alla sentenza dichiarativa di fallimento alla chiusura

    CU ridotto della metà

    Istanza di fallimento

    €. 85,00

    Procedimenti Esenti

     Procedimento

     Importo del contributo

    Procedimenti di rettificazione di stato civile

    Esente

    Processi in materia tavolare

    Esente

    Procedimenti di cui al libro IV, titolo II, capi II, III, IV e V, del c.p.c., tra cui:

    Procedimenti di assenza e morte presunta

    Procedimenti di assenza e morte presunta

    Esente

    Procedimenti in materia di assegni per il mantenimento della prole o riguardanti la stessa

    Esente

    Processi di cui all'art. 3, della legge 24 marzo 2001, n. 89 (Legge “Pinto”)

    Procedure di Lavoro con i requisiti di cui all'art. 9 comma 1-bis TU 115/02

    Procedimenti relativi alla esecuzione mobiliare o immobiliare delle sentenze o ordinanze emesse nei giudizi di lavoro

    Procedimenti di Lavoro, Previdenza e Assistenza obbligatoria

     Procedimento

     Importo del contributo

    Controversie di Previdenza ed assistenza obbligatorie

    (Per i decreti ingiuntivi l'importo è ridotto della metà)

    €. 37,00

    Controversie individuali di lavoro o concernenti rapporti di pubblico impiego

    CU ridotto del 50% rispetto al processo civile ordinario

    Esecuzione mobiliare o immobiliare delle sentenze o ordinanze emesse nei giudizi di lavoro

    Esente

    Giudizio di Cassazione

    CU ordinario

    Procedimenti davanti al Tar e al Consiglio di Stato

     Procedimento

      Importo del contributo

    Ricorsi in materia di accesso ai documenti amministrativi

    €. 300,00

    Ricorsi avverso il silenzio

    €. 300,00

    Ricorsi di esecuzione della sentenza o ottemperanza del giudicato

    €. 300,00 

    Ricorsi avverso il diniego di accesso alle informazioni di cui al D. Lgs n. 195/2005, di attuazione della direttiva 2003/4/CE sull’accesso del pubblico all’informazione ambientale

    ESENTE

    Ricorsi aventi ad oggetto rapporti di pubblico impiego

    Contributo ridotto a metà , salvo quanto previsto dall’art. 9, co. 1-bis

    Ricorsi cui si applica il rito abbreviato comune a determinate materie previsto dal libro IV, titolo V, del  decreto  legislativo 2 luglio 2010, n. 104, nonchè da altre disposizioni che richiamino il citato rito

    €. 1.800,00

    (prima: 1.500,00)

    Ricorsi avverso i provvedimenti previsti dall’art. 119, comma I, lettere a), b) del d.lgs. 104/2010: a) i provvedimenti concernenti le procedure di affidamento di pubblici lavori, servizi e forniture, salvo quanto previsto dagli articoli 120 e seguenti; b) i provvedimenti adottati dalle Autorità amministrative indipendenti, con esclusione di quelli relativi al rapporto di servizio con i propri dipendenti

    Valore della controversia uguale o inferiore ad Euro 200,000,00

    €. 2.000,00

    (prima: unica voce, 4.000,00)

    Ricorsi avverso i provvedimenti previsti dall’art. 119, comma I, lettere a), b) del d.lgs. 104/2010: a) i provvedimenti concernenti le procedure di affidamento di pubblici lavori, servizi e forniture, salvo quanto previsto dagli articoli 120 e seguenti; b) i provvedimenti adottati dalle Autorità amministrative indipendenti, con esclusione di quelli relativi al rapporto di servizio con i propri dipendenti

    Valore della controversia tra Euro 200,000,00 ed Euro 1.000.000,00

    €. 4.000,00

    (prima: unica voce, 4.000,00)

    Ricorsi avverso i provvedimenti previsti dall’art. 119, comma I, lettere a), b) del d.lgs. 104/2010: a) i provvedimenti concernenti le procedure di affidamento di pubblici lavori, servizi e forniture, salvo quanto previsto dagli articoli 120 e seguenti; b) i provvedimenti adottati dalle Autorità amministrative indipendenti, con esclusione di quelli relativi al rapporto di servizio con i propri dipendenti

    Valore della controversia superiore ad Euro 1.000.000,00

    €. 6.000,00

    (prima: unica voce, 4.000,00)

    Ricorso straordinario al Presidente della Repubblica

    €. 650,00

    Altri ricorsi

    €. 650,00

    Nei casi di cui all’art. 13, comma VI-bis, d.P.R. 115/2002 (contributo unificato per i ricorsi proposti davanti TAR e Consiglio di Stato) il contributo è aumentato della metà per i giudizi di impugnazione.

    Ricorsi principali e incidentali avanti alle Commissioni Tributarie Provinciali e Regionali

     Valore

     Importo del contributo

    Controversie di valore fino ad Euro 2.583,28

    €. 30,00

    Controversie di valore superiore ad Euro 2.583,28 e fino ad euro 5.000,00

    €. 60,00 

    Controversie di valore superiore ad Euro 5.000,00 e fino ad euro 25.000,00

    €. 120,00 

    Controversie di valore superiore a euro 25.000,00 e fino a euro 75.000,00

    €. 250,00 

    Controversie di valore superiore a 75.000,00 e fino a euro 200.000,00

    €. 500,00

    Controversie di valore superiore ad Euro 200.000,00

    €. 1.500,00

    Impresa

    Per i processi di competenza delle sezioni specializzate in materia di impresa, il C.U. è il doppio rispetto al processo ordinario (v. Legge 24 marzo 2012, n. 27)

    Azione civile nel procedimento penale

    Il contributo unificato è dovuto in misura pari al CU ordinario ma solo se è formulata richiesta di condanna al pagamento di una somma di danaro e la domanda è accolta. In caso di richiesta di condanna generica, il CU non è dovuto.

     


borsa lavoro

Leggi tutto .... continua

baby parking

Pari opportunità .... continua

Formulario illustrato


Il consigliere risponde

Il Presidente Mauro Vaglio ed il Consigliere Matteo Santini rispondono in materia di deontologia
scrivi messaggio


 

Seguici anche su

 

 

Iscriviti alla Newsletter